PLAYGROUND A PANNELLI O PLAYGROUND A PONTEGGIO? ECCO LE DIFFERENZE

PLAYGROUND A PANNELLI O PLAYGROUND A PONTEGGIO? ECCO LE DIFFERENZE

"Spesso si fa confusione sulle reali differenze tra il sistema di produzione a ponteggio e quello a pannelli per quanto riguarda i playground da interno. Dal punto di vista strutturale sono identici, ma è importante conoscere pro e contro per fare una scelta giusta"

Molto spesso ci chiedono come mai sottolineiamo sempre il fatto che i nostri playground sono prodotti a pannelli.

Sostanzialmente esistono due tipologie di Playground in commercio: il Playground a ponteggio, che è la vecchia concezione di playground ed il Playground a pannelli.

Che differenza c’è tra il playground a ponteggio ed il playground a pannelli?

Il Playground a ponteggio lo si può paragonare ad un classico sistema di impalcature utilizzato dagli imbianchini durante le lavorazioni edili, quando devono dipingere per esempio un palazzo; in altre parole pali verticali ed orizzontali agganciati tramite giunti di connessione. Come dimostrato nel video, la produzione di un playground a ponteggio prevederà un minor numero di materie prime rispetto al sistema a pannelli, per cui l’incidenza dei costi risulterà inferiore. Lo stesso discorso non vale però per i costi di assemblaggio, difatti i tempi di installazione di un playground a ponteggio sono nettamente superiori rispetto a quelli di un playground a pannelli. La squadra che si occuperà del montaggio della struttura a ponteggio, una volta pronta l’impalcatura, dovrà metterla in sicurezza, applicando sul posto stesso rete, fascette e copripali, un’ operazione che richiede un notevole dispendio di risorse e tempo.

Quali sono gli aspetti positivi dei Playground a pannelli?

Sicuramente, come già accennato qualche rigo più sopra, prevedono tempi di installazione più veloci, in quanto tutta la lavorazione e la messa in sicurezza viene fatta in azienda e non sul luogo di messa in opera del playground; la squadra di montaggio, una volta giunta sul posto, dovrà creare semplicemente gli innesti per assemblare i pannelli già precostituiti, oltre all’inserimento di tutta la componentistica di gioco.

Per fare un esempio pratico: un Playground 4 x 3 che è la dimensione media di una ludoteca italiana… - con un ponteggio prevederà mediamente 7 giorni d'installazione con 3 installatori - a pannelli invece 2 giorni di produzione con 2 installatori.

Questa cosa ovviamente l'azienda andrà a decurtarla da quelli che sono i costi totali e quindi a parità di prodotto si avranno dei costi praticamente identici, con la differenza che nel caso in cui il cliente desideri integrare uno o due moduli al suo playground, con il sistema a ponteggio, la squadra di montaggio dovrà tagliare tutte le fascette e rimuovere completamente la rete per installare i pannelli aggiuntivi, nel caso invece del sistema a pannelli basterà semplicemente agganciare i nuovi pannelli nel punto stabilito. I tempi di installazione in quest’ultimo caso sono praticamente azzerati ed il cliente deve sostenere solo il costo per i moduli aggiunti.

Infine la differenza tra il Playground a pannelli e quello a ponteggio è sostanziale, dal punto di vista strutturale sono assolutamente identici, così come dal punto di vista qualitativo, ma sul lungo termine di sicuro questa differenza impatta non poco, anche perché sempre di più sono i clienti che vanno ad incrementare i loro prodotti, trovandosi poi con il problema di spendere delle cifre spropositate per delle modifiche al prodotto semplicemente decorative o di piccole rilevanza.

Marco Borrello
(Amministratore Play Wily - Tutto Gonfiabili)

VEDI ALTRI ARTICOLI >

TORNA AL SITO >