FATTORI DETERMINANTI PER UN PARCO INCLUSIVO

FATTORI DETERMINANTI PER UN PARCO INCLUSIVO

FATTORI DETERMINANTI PER UN PARCO INCLUSIVO

Un "parco inclusivo" è un progetto ambizioso che coinvolge tutta la comunità di un territorio, presenta finalità importanti come la socializzazione, il gioco e la partecipazione di tutti i giovani che vi appartengono, a prescindere dal tipo di disabilità.

Il diritto all'uguaglianza, al gioco e alle pari opportunità sono principi fondamentali che devono trovare assolutamente spazio nella nostra società e non restare lettera morta, com'è successo in passato. Per questo il parco inclusivo deve essere dotato di determinate caratteristiche per essere concretamente usufruibile da tutti, funzionale e accessibile a 360 gradi.

Quali sono le caratteristiche fondamentali di un parco inclusivo?

Il primo requisito di cui deve essere dotato un "parco inclusivo" è l'accessibilità, questo significa che il parco deve rispettare il D.M. 236/89 in materia di pendenza delle rampe e di rispetto delle distanze, per consentire e facilitare le manovre.

Ma non solo, è necessaria una superficie percorribile da carrozzine senza sforzo da parte dei genitori, evitando dunque ghiaia, terreno o simili soluzioni. Questo comporta anche accesso semplificato dal parcheggio al parco inclusivo, con posti riservati vicini all'entrata principale.

E' chiaro che quando si parla di disabilità si fa riferimento a problematiche diverse e differenziate, è necessario dunque pensare a chi vive sulla carrozzina, ma anche a chi è autonomo nella deambulazione ma ha limitazioni intellettive o sensoriali come nel caso dei bambini non vedenti, non udenti o autistici.

L'importanza di Giochi Inclusivi...ma esclusivi

Nella realizzazione di un "parco inclusivo" non si può trascurare un fattore determinante, che è quello di installare non semplicemente dei giochi, ma giochi inclusivi ed esclusivi allo stesso tempo. 

Questo significa che il gioco deve poter essere utilizzato facilmente da chi ha problemi di motricità, come ad esempio le nostre altalene inclusive con supporto per schiena e braccia, ma è importante che venga montato accanto ai giochi per normodotati.

Questo è fondamentale per favorire l'inclusione e la socializzazione tra ragazzi, rendendo sempre più semplice il rapporto tra di loro. Vi è infatti gioia per un ragazzo disabile poter stare "con gli altri" ed è fonte di crescita e responsabilizzazione sociale per un bambino normodotato imparare a stare "con tutti".

Per questo l'area giochi per disabili non deve essere assolutamente divisa in settori, ma contenere giochi usufruibili da tutti nella stessa zona.

Marco Borrello
(Amministratore Play Wily - Tutto Gonfiabili)

VEDI ALTRI ARTICOLI >

TORNA AL SITO >