PALLINE PLAYGROUND: COME PULIRLE IN MODO EFFICACE!

COME SI PULISCONO LE PALLINE DEL PLAYGROUND?

"I bambini amano giocare con le palline, proprio per questo mantenere un tasso igienico elevato di queste bolle colorate è molto difficile. Per una pulizia accurata si può optare a due diverse soluzioni". 

Pensare un Playground senza la vasca delle palline è per me come pensare un campo di calcio senza le porte o un campo da basket senza i canestri, ma dovendo essere onesto non posso nasconderti che, proprio le palline colorate, sono croce e delizia di chiunque debba gestire una ludoteca, un parco giochi al coperto o semplicemente un playground posizionato in un centro commerciale .

Perché dico questo? Semplice, la manutenzione ordinaria di una vasca palline è paragonabile a quella di una vera e propria piscina, la difficoltà nel mantenere un tasso igienico elevato è oggettivamente difficile.

Sai bene che se parli con una mamma qualsiasi in Italia, ti dirà che per i propri bambini preferisce il mare alla piscina!

Purtroppo per sua conformazione e composizione la vasca palline all’interno di un playground deve per forza essere un punto chiuso su tutti i lati, al quale è possibile accedere da un solo punto che generalmente si tende a fare quanto più limitato possibile, per evitare ovviamente la continua fuoriuscita di palline.

Questo ovviamente comporta che l’accesso alla stessa vasca risulti essere particolarmente scomodo per il gestore del playground o l’eventuale impresa di pulizie.

Purtroppo d’altro canto la vasca palline è il punto dove tutti bambini passano e dove ahimè spesso i bambini più piccoli tendono a sostare; sai benissimo che quando ci sono i bambini piccoli fermi in un punto (soprattutto se molto piccoli) quello che può succedere è assolutamente incalcolabile!

Se hai già un playground, o se hai avuto modo di frequentare un locale anche solo da utente, puoi capire a cosa mi riferisca.

A questo si aggiunge il fatto che, come è risaputo, i bambini fino ai 3/4 anni, utilizzano la bocca quale strumento di conoscenza ed è per questo che tendono a mordere o comunque avvicinare alla bocca qualsiasi cosa capiti loro sotto tiro, le palline piu' che mai.

A questo punto dobbiamo parlare di come lavare queste maledette o benedette palline colorate.

Diciamo che in buona sostanza le soluzioni sono due:

- la prima è quella più economica e prevede olio di gomito e tanta pazienza. In pratica ci si deve organizzare con una grande vasca, molti utilizzano delle normali piscine gonfiabili, dove armati di secchi si andranno a posizionare tutte le palline del playground per essere lavate accuratamente con acqua, sapone e materiali rigorosamente atossici.

- La seconda soluzione invece è molto più costosa ma sicuramente più comoda e professionale. E’ nata qualche anno fa da un geniale gestore di un parco giochi in Olanda ed è in pratica uno sterilizzatore di palline. La macchina come puoi vedere nel video non fa altro che aspirare le palline da un tubo simile a quello di un normale aspirapolvere, portarle all’interno e, grazie a dei fortissimi spruzzi di vapore, farle fuoriuscire completamente igienizzate.

Purtroppo il costo di questo macchinario ad oggi è ancora abbastanza alto ed onestamente non mi sentirei di consigliarlo come primo investimento.

Spero che l'argomento sia stato di tuo interesse.

Marco Borrello
(Amministratore Play Wily - Tutto Gonfiabili)

VEDI ALTRI ARTICOLI >

TORNA AL SITO >